Portfolio Categoria : 2018-CND4

Jeopardy Game Session: la sfida continua

La seconda edizione della Jeopardy Game Session, l’oramai famosa competizione svolta sotto il patrocinio dell’American College of Cardiology, ha riscosso anche quest’anno un eccezionale successo. I giovani cardiologi italiani di età inferiore a 33 anni, un po’ emozionati ma anche spinti da un grande entusiasmo, si sono sfidati a colpi di quiz. Coordinatore dell’evento è…
Per saperne di più

La terapia cardiovascolare nel grande anziano

La popolazione invecchia sempre più e si stima che nel 2050 il 20% della popolazione sarà over 65, ma nonostante questo la maggior parte degli studi clinici sullo scompenso ha escluso pazienti con età maggiore di 85 anni e l’implementazione delle linee guida, che è di solito bassa in tutta la popolazione, lo è soprattutto…
Per saperne di più

Convention delle Unità Scompenso Cardiaco: il percorso clinico/diagnostico/terapeutico del paziente con scompenso acuto dal domicilio alla dimissione PS/DEA

La riunione organizzata dall’Area Scompenso Cardiaco ha avuto come tematica centrale la complessa problematica della gestione del paziente con scompenso acuto, dal domicilio all’accesso in PS/DEA fino alla dimissione ospedaliera. La Convention è stata anche la sede della presentazione in anteprima del documento intersocietario sul trattamento dello scompenso acuto. Sono stati analizzati i dati del…
Per saperne di più

La TAVI del 2018: quali le novità e le criticità?

L’impianto transcatetere della valvola aortica (TAVI) è una procedura gravata da minor mortalità e morbilità rispetto alla sostituzione valvolare aortica chirurgica. Le linee guida europee identificano come indicazioni alla TAVI l'età maggiore di 75 anni in presenza di fattori di rischio quali la BPCO severa, la disfunzione sistolica severa, un pregresso stroke, il deterioramento cognitivo…
Per saperne di più

Gli studi clinici ANMCO

Nella giornata conclusiva del Congresso sono stati presentati gli studi clinici dell’ANMCO, espressione dell’intensa attività scientifica svolta dalla Associazione. Il Dott. Aldo Pietro Maggioni ha illustrato i dati degli studi internazionali di prevenzione secondaria COMPASS e REVEAL. Lo Studio COMPASS ha dimostrato nei pazienti con malattia aterosclerotica vascolare stabile l’efficacia di una terapia di associazione…
Per saperne di più

Miocarditi: quali novità nella diagnosi e terapia?

La miocardite è una patologia caratterizzata da una notevole variabilità di manifestazioni cliniche e di evoluzione, che ne rendono complessa la diagnosi e la gestione. Le principali forme di presentazione sono le miocarditi pseudo-infartuali, caratterizzate da una prognosi favorevole, lo scompenso cardiaco, associato a forme dalla prognosi peggiore, e forme a manifestazione aritmica, ipo o…
Per saperne di più

La gestione in rete dello shock cardiogeno

Nonostante nell’ultimo ventennio sia stato riportato un incremento della sopravvivenza dei pazienti con shock cardiogeno, la morbilità e la mortalità correlate a questa condizione sono ancora elevate e solo pochi interventi terapeutici atti a migliorarne la prognosi sono basati su chiare evidenze scientifiche. Partendo da queste premesse, il Simposio dedicato alla rete per lo shock…
Per saperne di più

Applicazione delle Linee Guida ESC 2017 in Italia ad un anno dalla pubblicazione

In tema di applicazione in Italia delle Linee Guida ESC 2017, si sono trattati quattro argomenti principali: l’infarto miocardico acuto (STEMI), la vasculopatia periferica (PAD), la terapia con doppia antiaggregazione (DAPT) e le valvulopatie, illustrandone le differenze rispetto alle edizioni precedenti, le novità e le aree grigie ancora presenti. In tema di sindromi coronariche acute…
Per saperne di più

La Prevenzione Cardiovascolare: nuove evidenze

L’ipertensione arteriosa e la fibrillazione atriale (FA) sono patologie che spesso coesistono: l'ipertensione aumenta il rischio di FA tanto da essere presente nel 60-80% dei pazienti affetti da tale aritmia. Nonostante questo dato sia ampiamente noto e nonostante l'ipertensione sia il principale fattore di rischio modificabile per l'FA, vi sono pochi studi a riguardo e…
Per saperne di più