ESC young convention

Non possono non saltare all’occhio le parole “next generation” aggiunte al logo dell’ANMCO che sono diventate emblema di un messaggio chiave, ribadito più volte durante le diverse sessioni: siamo di fronte a una società scientifica in continua evoluzione, pronta al cambiamento e all’innovazione. In un contesto del genere, particolare rilevanza assume il Simposio che si è tenuto nell’ultima giornata del Congresso dal titolo “ESC young Convention”, realizzato in collaborazione con l’ANMCO Young Working Group e dedicato in primis ai giovani cardiologi.

Numerosi gli argomenti trattati e molto eterogenei, nelle quattro sessioni che hanno caratterizzato la convention. Il Dr. Pietro Scicchitano, il Dr. Allan Bohm e le Dr.sse Silvia Castelletti e Stefania Angela Di Fusco hanno aperto la prima sessione dedicata alla morte improvvisa durante esercizio fisico, un tema da sempre di grande interesse, che ha avuto recentemente un’importante esposizione mediatica dopo l’arresto cardiaco del calciatore Christian Eriksen in diretta mondiale durante gli ultimi campionati europei di calcio. Partendo da un interessante caso clinico di displasia aritmogena del ventricolo destro, sono state illustrate e commentate le Linee Guida ESC sulla cardiologia dello sport pubblicate nel 2020. Interessante inoltre la discussione che ha approfondito il tema dell’impianto di ICD e la scelta tra dispositivi endocavitari e sottocutanei.

La fibrillazione atriale è stato l’argomento della seconda sessione tenuta dalla Dr.ssa Fabiana Lucà e dal Dr. Ricardo Laideras Lopes e moderata dal Dr. Alberto Polimeni. Il dibattito si è focalizzato in particolare sui nuovi dispositivi di screening per le aritmie, come smartwatch e smartphone, riportando sotto i riflettori un tema di grande attualità che è stato protagonista di numerose presentazioni di questo congresso, ovvero la medicina digitale. La sessione è stata condotta con l’abituale schema partendo da un raro caso clinico di fibrillazione atriale in un paziente con diverticolo congenito del ventricolo sinistro e proseguendo con la presentazione delle linee guida ESC sulla fibrillazione atriale del 2020.

La parola è passata poi alla Dr.ssa Nunzia Simona Borrelli e al Dr. Victor Waldman che hanno proseguito il simposio parlando delle malattie congenite dell’adulto. È stata trattata in particolare la gestione delle aritmie che, come spiegato, sono la prima causa di morbidità e mortalità in questi pazienti, esaminando le diverse opzioni di trattamento dall’approccio farmacologico a quello interventistico.

La convention è stata conclusa dal Dr. Filippo Zilio e dal Dr. Ali Nazmi Calik che hanno affrontato l’argomento della dissezione spontanea coronarica. Alla consueta presentazione del caso clinico, è seguita una sessione dall’impronta più didattica in cui il tema è stato perfettamente spiegato in tutti i suoi aspetti, dalla fisiopatologia al trattamento.

Al di là degli argomenti trattati, sicuramente di grandissimo interesse, la convention ha rappresentato una bella occasione di incontro e confronto fra giovani colleghi, che hanno condotto la discussione con un approccio vivace e dinamico, rendendo la sessione molto piacevole e stimolante.

Iside Cartella ANMCO

Iside Cartella