Presentazione del position paper ANMCO sull’insufficienza cardiaca avanzata

Nella giornata di apertura del 52° Congresso ANMCO è in programma la convention dei centri scompenso. In continuità con gli anni precedenti, la convention sarà l’occasione per discutere un documento promosso dall’Area Scompenso. Come in passato per i documenti sulla rete degli ambulatori cardiologici dedicati allo scompenso cardiaco e sui percorsi dei pazienti con scompenso cardiaco acuto, quest’anno, ad essere presentato, è il position paper ANMCO sull’insufficienza cardiaca avanzata.

Il documento ha avuto, come obiettivo principale, quello di approfondire i principali aspetti organizzativi, clinici e terapeutici riguardanti i pazienti affetti da insufficienza cardiaca avanzata con una particolare attenzione a quelli candidabili a terapia sostitutiva cardiaca. Un approfondimento che parte dalla analisi della nostra realtà nazionale e che ha coinvolto, tra gli autori, i principali referenti cardiologi e cardiochirurghi dei centri italiani dedicati alla terapia sostitutiva cardiaca.

In occasione della Convention, il comitato di coordinamento dell’Area Scompenso presenterà i principali contenuti del position paper. Saranno discussi i principali criteri utili a diagnosticare le fasi più avanzate dell’insufficienza cardiaca, elemento imprescindibile per una precoce individuazione dei pazienti ed un invio tempestivo ai centri di riferimento per l’insufficienza cardiaca avanzata. Saranno descritti i principali aspetti della gestione multiprofessionale e multidisciplinare dell’insufficienza cardiaca avanzata, così come i principali setting assistenziali (dal territorio, ai centri dedicati alla terapia sostitutiva cardiaca, sino alla rete per le cure palliative). Grande spazio sarà anche dedicato ai criteri per definire la candidabilità dei pazienti alla terapia sostitutiva cardiaca, dallo screening per ingresso in lista attiva per trapianto di cuore alla valutazione del paziente candidato ad assistenza ventricolare meccanica. Saranno mostrati, inoltre, i percorsi diagnostico-terapeutici elaborati nel documento e differenziati in base alla severità clinica dei pazienti. Saranno, infine, puntualizzati i principali aspetti terapeutici del paziente candidato a terapia sostitutiva cardiaca, non solo per la gestione pre- ma anche per quella post-trapianto di cuore o post-impianto di assistenza ventricolare meccanica.

Un momento di approfondimento e confronto, dunque, che siamo sicuri sarà utile non solo ai cardiologi che si occupano di insufficienza cardiaca e che ci auguriamo possa promuovere l’ottimizzazione di percorsi diagnostico-terapeutici delle fasi più avanzate dell’insufficienza cardiaca. Un’ulteriore iniziativa della nostra associazione, che è sempre stata in prima fila, per il miglioramento della gestione dei pazienti con insufficienza cardiaca.

Massimo Iacoviello ANMCO

Massimo Iacoviello